23. 09. 2020 Ultimo Aggiornamento 23. 09. 2020

Interrogazione al Ministro della Ricerca sulla presenza del Cnr nella società Cnccs

Dopo l’interrogazione (n. 4-03698 del 18 giugno 2020) al Ministro della salute, di cui Il Foglietto ha dato notizia il 23 giugno, presentata da un gruppo di senatori del M5S (primo firmatario, Elio Lannutti), in merito alla presenza dell’Istituto superiore di sanità (Iss) nella società consortile a responsabilità limitata CNCCS, analogo atto (n. 4-03854), come riportato nell’Allegato B al resoconto della seduta n. 241 del Senato della Repubblica del 16 luglio scorso, è stato presentato al Ministro dell’università e della ricerca (Mur), con riguardo alla presenza nella medesima compagine societaria CNCCS del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr).

Leggi Tutto

La ministra Bellanova cerca un nuovo presidente per il Crea

Con un avviso apparso il 3 luglio scorso sul sito del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf), il dicastero affidato alla Ministra Teresa Bellanova ha avviato l’iter che porterà all’insediamento del nuovo presidente al Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (Crea), ente pubblico non economico vigilato dallo stesso Mipaaf.

Leggi Tutto

Interrogazione al Ministro della salute sulla partecipazione Iss in Cnccs scarl e su rilievi Anac

Il 18 giugno scorso, durante la seduta n. 231 del Senato della Repubblica, sette Senatori del M5S (primo firmatario, Elio Lannutti) hanno presentato al Ministro della salute l’atto di sindacato ispettivo n. 4-03698, avente ad oggetto la partecipazione dell'Istituto superiore di sanità (Iss) nella scarl Cnccs, il cui testo integrale, di seguito, riportiamo.

Leggi Tutto

L'Istat riscuote oltre 220 mila euro e li versa al Mef. Grazie a un'azione di Usi-Ricerca

Dal resoconto sommario n.179 del 4 giugno 2020 della VI Commissione permanente del Senato della Repubblica, si apprende che il Deputato Alessio Mattia Villarosa, Sottosegretario di Stato per l'economia e le finanze, rispondendo alla interrogazione n.3-01588, presentata dai Senatori Lannutti, Pesco e Presutto, ha dichiarato che “il dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, per il tramite del proprio rappresentante in seno al collegio dei revisori, ha comunicato che l'ISTAT ha provveduto ad incassare le somme a titolo di risarcimento comprensive degli interessi maturati dalla sentenza di primo grado (n.1096/2012 della Sezione giurisdizionale per il Lazio) le quali, in esecuzione della sentenza di appello n. 302/2018, sono state riversate dall'Ente allo Stato. Tale versamento è avvenuto il 14 febbraio 2020 con mandato n. 384 per la somma di 220.941,76 euro”.

Leggi Tutto

Sei arrivato fin qui...continua a leggere

Ti piace quello che leggi?

Se ci leggi e ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenedoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto: anche il costo di un caffè! 

 

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più