05. 12. 2020 Ultimo Aggiornamento 05. 12. 2020

Gherardo Colombo apre la stagione 2020 del Teatro di Verzura a Borgo a Mozzano

L’appuntamento è per le ore 21:15 di lunedì 27 luglio, nel Giardino dell'ex Convento delle Oblate (ingresso libero) di Borgo a Mozzano, in provincia di Lucca, dove Gherardo Colombo, ex magistrato e scrittore, aprirà la stagione degli Incontri 2020 al Teatro di Verzura. A comunicarlo, con un post su Facebook, è stata la direzione dello stesso Teatro.

Ex magistrato, protagonista di alcune fra le più storiche inchieste giudiziarie del nostro paese, Gherardo Colombo, è impegnato in un’intensa attività di divulgatore per la diffusione della cultura della legalità.

Nato a Briosco, in provincia di Milano nel 1946, entra in magistratura nel 1974 e da allora fino al 2005 conduce o collabora a inchieste celebri, come la scoperta della Loggia P2, l’omicidio dell’avvocato Giorgio Ambrosoli, i cosiddetti fondi neri IRI, Mani pulite, i processi Imi-Sir, Lodo Mondadori e Sme.

Dal 1989 al 1992, è stato consulente per la commissione parlamentare d’inchiesta sul terrorismo in Italia e, nel 1993, per la commissione parlamentare d’inchiesta sulla mafia.

Dal 2005, svolge le funzioni di giudice presso la Corte di Cassazione. Da magistrato, partecipa come relatore a convegni italiani e internazionali su temi come corruzione, finanziamento illecito dei partiti, falso in bilancio, riciclaggio e cooperazione giudiziaria internazionale.

Nel 2007, lascia la magistratura e, da allora, con l’associazione “Sulle regole”, si dedica alla riflessione pubblica sulla giustizia e sull’educazione alla legalità, incontrando ogni anno circa 50 mila studenti e per questa attività ha ricevuto il Premio nazionale “Cultura della Pace 2008”.

Colombo è presidente di Garzanti Libri, della Cassa delle Ammende, di UECoop, nonché coordinatore del Comitato per la legalità, la trasparenza e l’efficienza della pubblica amministrazione del Comune di Milano.

Tra i suoi saggi più recenti, La tua giustizia non è la mia (con Piercamillo Davigo, ed. Longanesi, 2016), Il legno storto della giustizia (con Gustavo Zagrebelsky, ed. Garzanti, 2017), La bambina tutta verde (ed. Salani, 2019).

redazione@ilfoglietto


Sei arrivato fin qui...continua a leggere

Ti piace quello che leggi?

Se ci leggi e ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenedoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto: anche il costo di un caffè! 

 

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più