22. 08. 2017 Ultimo Aggiornamento 20. 08. 2017

Cnr: finisce sul Corriere della Sera una locazione milionaria. E scoppia il giallo dell’atto aggiuntivo

La vicenda della locazione dell’immobile ubicato a Mangone (Cosenza), sede dell’Istituto di scienze neurologiche del Cnr - più volte oggetto di articoli del Foglietto (da ultimo, lo scorso in data 7 luglio) e di atti di sindacato ispettivo da parte del Movimento 5 Stelle (primo firmatario il senatore Nicola Morra) - è stata ripresa nei giorni scorsi dapprima dal Quotidiano del Sud, con un articolo a firma di Massimo Clausi, dal titolo Il palazzo del Cnr e la locazione “d’oro" (nel quale il nostro giornale viene correttamente citato) e, oggi, dal Corriere della Sera, con l'articolo di Gian Antonio Stella Quei 20 milioni spesi dal Cnr per l’affitto della sede in Calabria.

Leggi Tutto

Toxoplasmosi: importanti novità per sconfiggere la patologia cronica

Di recente, sono stati pubblicati rivista internazionale Nature Microbiology i risultati di una ricerca condotta dal professor Manlio Di Cristina e dalla professoressa Carla Emiliani, entrambi del Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie dell’Università degli Studi di Perugia, in collaborazione con il gruppo del professor Vern Carruthers dell’University of Michigan.

Leggi Tutto

“Quando c'era Boschi si navigava a vista ...”

Voglio ricordare, con grande ammirazione e tanto affetto, lo straordinario atto di stile e di dignità del Presidente della Repubblica che, con il decreto n. 29/C/2016, di cui ha dato informazione soltanto Il Fatto quotidiano, ha disposto la stabilizzazione dei precari del Quirinale che hanno superato i 36 mesi di servizio, in applicazione della normativa interna e dei principi europei, nonostante l’Organo costituzionale non sia obbligato ad attuarli.

Leggi Tutto

L'inquietudine e le attese dell’economia extra Ue

Siamo arrivati a metà del 2017 ma il quadro generale dell’economia internazionale non è dissimile da quello che chiudeva il 2016. Questi primi sei mesi dell’anno si sono caratterizzati per l’alto tasso di vicende politiche, circostanza che accompagnerà anche i prossimi sei mesi del 2017, e una sostanziale conferma delle politiche economiche che i principali paesi hanno seguito per tutto l’anno scorso. L’economia internazionale si sta lentamente trascinando fuori dalla crisi e l’Europa sta facendo la sua parte. Ma le situazioni rimangono complesse, aggrovigliate in problemi che non riescono a trovare una soluzione per la semplice ragione che i problemi affondano nella radice delle società.

Leggi Tutto

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più