Categoria: Il Foglietto

Il professor Leonardo Rombai, presidente della Sezione di Firenze di Italia Nostra, e la sua famiglia sono stati oggetto nei giorni scorsi di pesanti insulti e minacce via social, posta elettronica, sms, telefono e perfino sotto casa, da parte di alcuni tifosi della Fiorentina. Il tutto, da quando è diventata di pubblico dominio la notizia del ricorso straordinario contro la costruzione del Viola Park di Bagno a Ripoli.

Ad essere prese di mira, anche le pagine social della sezione e della sede nazionale di Italia Nostra.

«L’unica colpa dell’Associazione e dei suoi rappresentanti – ha dichiarato Ebe Giacometti, presidente nazionale di Italia Nostra – è quella di chiedere il rispetto delle norme urbanistiche esistenti, norme votate e quindi volute dalla maggioranza dei cittadini. Già con la vicenda dello Stadio di Tor di Valle a Roma, Italia Nostra si era scontrata con le ondate di odio della tifoseria. Ai tifosi tutti ricordiamo che i fatti ci hanno dato ragione sulla vicenda romana. Riteniamo inaccettabile questo attacco personale contro un esponente dell’Associazione che tanto ha fatto per la tutela del Patrimonio culturale di Firenze».

L’associazione ha comunicato che non ritirerà il ricorso ed è più che mai determinata a fermare, insieme ad altre associazioni ambientaliste, come Legambiente, e ai gruppi di cittadinanza che si sono attivati, quella che appare una mera operazione speculativa di un privato.

Al professor Rombai, alla sua famiglia e ad Italia Nostra, la solidarietà del nostro giornale.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più