Giornale on-line fondato nel 2004

Domenica, 14 Apr 2024

Al Parco Natura Viva di Bussolengo, il bisontino europeo Eracle, nato poco meno di 4 settimane fa, già candidato ad essere reintrodotto in natura, in questi giorni ha debuttato nel suo reparto esterno insieme alla mamma Penelope e alla zia Hera, che non hanno avuto un attimo di pace nel seguirlo ovunque durante le sue corse in lungo e in largo alla scoperta di ogni angolo.

Dalle corna appena accennate e coperto da una bella pelliccia invernale, Eracle è nato in una stagione che in natura sarebbe stata sfavorevole. Per tenerlo al riparo dal freddo delle ore notturne, lo staff lo fa rientrare in stalla non appena cala la luce anche se la sua mamma, seppure alla prima esperienza, si sta dimostrando molto accorta. Sorpresa nel ricongiungimento con il papà Zeus, avvenuto qualche giorno dopo la sua prima uscita.

“Nelle foreste dell’est Europa - spiega Cesare Avesani Zaborra, direttore scientifico del Parco Natura Viva di Bussolengo - la mamma normalmente si allontana dalla mandria quando sta per partorire e vi ritorna solo dopo alcuni giorni dalla nascita del piccolo. Per questo abbiamo aspettato prima di far conoscere il nuovo nato a suo padre ma al momento del primo incontro, è stato proprio Eracle a fare il primo passo. Si è avvicinato e si sono toccati con il muso, poi Zeus lo ha leccato un pò. Famiglia ricongiunta dunque, il tutto facilitato anche da un grande affiatamento della coppia di genitori”.

Il bisonte europeo è il più grande mammifero terrestre del Vecchio Continente e nella seconda metà del Novecento, fu dichiarato estinto in natura. E’ stato grazie agli esemplari nati nei parchi zoologici e reintrodotti in natura nei luoghi originari, che quest’anno l’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura ha potuto aggiornare lo stato di questa specie a “prossimo alla minaccia”.

“I pericoli rimangono - conclude Avesani Zaborra - perché ci vogliono decenni di lavoro per costituire popolazioni selvatiche in grado di sostenersi autonomamente tra natalità e mortalità. L’Italia ha contribuito finora con cinque esemplari, tutti nati qui e accompagnati in Romania. Staremo a vedere se toccherà anche a Eracle”.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

empty alt

Festa della Resistenza a Roma, dal 23 al 25 aprile

Dal 23 al 25 aprile, a Roma sarà ancora Festa della Resistenza. Per il secondo anno consecutivo, nella...
empty alt

Mercato immobiliare sotto stress a causa del caro mutui

Nulla di strano che uno dei capitoli dell’ultimo Outlook dedicato all’economia internazionale il Fondo...
empty alt

“Basta favori ai mercanti d’armi!”, una petizione popolare da sottoscrivere

Il 21 febbraio scorso, il Senato della Repubblica ha approvato un disegno di legge per cancellare...
empty alt

Isabella Lugosky-Karle e il Nobel negato

Il 3 ottobre del 2017, all’età di 95 anni è deceduta Isabella Lugosky-Karle, ricercatrice che...
empty alt

Nuovo censimento delle piante in Italia, in più 46 specie autoctone e 185 aliene

Secondo il nuovo censimento delle piante in Italia, che ha aggiornato i dati del 2018, sono 46 in...
empty alt

Le contraddizioni della storia e della politica

Gli anni '60 noi li ricordiamo giustamente come anni di grandi cambiamenti e di libertà; per tante...

Ti piace l'informazione del Foglietto?

Se ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenendoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto. Anche il costo di un caffè!

SOSTIENICI
Back To Top