20. 10. 2021 Ultimo Aggiornamento 20. 10. 2021

Cathy O'Neil, la matematica che ha denunciato il lato oscuro del Big Data

Categoria: Il Foglietto
Cathy O'Neil è nata nel 1972 negli USA e ha frequentato l’Universitá di Berkeley. Dopo aver ottenuto un dottorato in matematica all'Università di Harvard nel 1999, ha ricoperto vari incarichi nei dipartimenti di matematica del MIT e del Barnard College, facendo ricerche sulla geometria algebrica.

Ha lasciato il mondo accademico nel 2007 e ha lavorato nel settore finanziario per quattro anni, due dei quali presso l'hedge fund D. E. Shaw.

Dopo essersi disincantata del mondo della finanza, Cathy è entrata in “Occupy Wall Street” un movimento di contestazione pacifica, nato nel settembre 2011 per denunciare gli abusi del capitalismo finanziario, che si è concretizzato in una serie di dimostrazioni di New York, presso lo Zuccotti Park.

I partecipanti manifestavano principalmente contro l'iniquità economica e sociale sviluppatasi a seguito della crisi economica.

Nel 2016, Cathy ha pubblicato il libro Weapons of Math Destruction, tradotto in italia col titolo Armi di distruzione Matematica. Come i big data aumentano la disuguaglianza e minacciano la democrazia. Un saggio che mostra come, lungi dall'essere modelli matematici oggettivi e trasparenti, gli algoritmi che ormai dominano la nostra quotidianità iperconnessa sono spesso vere e proprie "armi di distruzione matematica" perché non tengono conto di variabili fondamentali, incorporano pregiudizi e se sbagliano non offrono possibilità di appello.

Queste armi pericolose valutano insegnanti, studenti e l'operato dei lavoratori; vagliano curricula, stabiliscono se concedere o negare prestiti, influenzano gli elettori, monitorano la nostra salute.

Basandosi su “case studies” nei campi più disparati ma che appartengono alla vita di ognuno di noi, Cathy O'Neil espone i rischi della discriminazione algoritmica a favore di modelli matematici più equi ed etici. Perché rivestire i pregiudizi di un'apparenza statistica non li rende meno pregiudizi.

La scienziata ha fondato ORCAA (O'Neil Risk Consulting & Algorithmic Auditing), che "aiuta le aziende e le organizzazioni a gestire e controllare i loro rischi algoritmici". Ora vive a New York con suo marito Aise Johan de Jong e i loro tre figli.

Per approfondire: Sara Sesti e Liliana Moro, "Scienziate nel tempo. Più di 100 biografie", pag. 250, Ledizioni, Milano, 2020.

Sara Sesti
Matematica, ricercatrice su " Donne e scienza", collabora con l'Università delle donne di Milano
facebook.com/sara.sesti13


Sei arrivato fin qui...continua a leggere

Ti piace quello che leggi?

Se ci leggi e ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenedoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto: anche il costo di un caffè! 

 

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più