Giornale on-line fondato nel 2004

Sabato, 13 Lug 2024

di Rocco Tritto

Fino a qualche anno fa, erano soprattutto i concorsi universitari a sollevare polemiche, critiche e interventi dei Tribunali amministrativi e non. Ora, invece, a detenere il tutt’altro che invidiabile primato sembrano essere gli enti pubblici di ricerca.

Mentre la storia, per molti versi incredibile, delle procedure selettive per ricercatori e tecnologi degli Epr, bandite a far data dal 2004, è ancora tutta da scrivere, si susseguono contenziosi e sentenze di annullamento di nomine di dirigenti con incarichi dirigenziali di prima fascia.

A tenere banco è quasi sempre il Consiglio nazionale delle ricerche.

Il Foglietto del 5 aprile scorso ha dato notizia dell’annullamento da parte del Tribunale di Roma della nomina di un direttore centrale in quanto, tra l’altro, i criteri di scelta erano "assolutamente inidonei a consentire, da parte del Cnr, una valutazione degli obblighi di trasparenza e di imparzialità, non consentendo alcun effettivo controllo sull'operato dell'ente in sede di individuazione del dipendente cui conferire l'incarico".

Adesso è la volta dell’Istat, sempre per la nomina di un direttore centrale, per la quale non sarebbero stati garantiti, contrariamente a quanto previsto dalla legge, né alcuna forma di pubblicità né alcun criterio di scelta. In pratica, l’Istat avrebbe operato ad libitum.

La prossima settimana, Il Foglietto tornerà ad occuparsi del Cnr, per il clamoroso annullamento della nomina di un direttore d’Istituto.

Sono in tanti a chiedersi, sempre con maggiore insistenza, quando si potrà assistere all’espletamento di procedure concorsuali regolari e trasparenti negli enti di ricerca.

Ma sarà mai possibile?

empty alt

Anci: a rischio a settembre ripresa attività dei servizi educativi per l'infanzia

Anci (Associazione nazionale comuni italiani) esprime preoccupazione per le continue segnalazioni...
empty alt

Prezzi internazionali raffreddati dalla deflazione cinese

Sempre perché la globalizzazione è assai più complessa di come la si immagina, vale la pena...
empty alt

“Gli indesiderabili”, film che emoziona e non si fa dimenticare in fretta

Gli indesiderabili, regia di Ladj Ly, con Anta Dia (Haby Keita), Alexis Maneti (Pierre),...
empty alt

Il peso specifico del settore auto nell’economia europea

L’ultimo bollettino della Bce contiene una interessante analisi che ci consente di farci un’idea...
empty alt

Roberto Tomei, insigne giurista, firma storica del Foglietto, non è più tra noi

Abbiamo appreso oggi con immenso dolore che l’insigne giurista Roberto Tomei, lo scorso 19 giugno, è...
empty alt

Consegue la laurea, Uniba gliela toglie, il Tar gliela restituisce

Con sentenza n. 817/2024, pubblicata il 4 luglio scorso, il Tar per la Puglia (Sezione seconda),...

Ti piace l'informazione del Foglietto?

Se ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenendoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto. Anche il costo di un caffè!

SOSTIENICI
Back To Top