Giornale on-line fondato nel 2004

Giovedì, 23 Mag 2024

Redazione

Se c’è un ente in Italia che dovrebbe avere grande rispetto e tolleranza verso gli animali questo è senza dubbio l’Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale).

 

Eppure, gli animali sembrano essere invisi all’ente. Con alcuni recenti avvisi al personale, l’Istituto di ricerca ha preannunciato una vera e propria campagna di “disinfezione” (meglio, disinfestazione) nei confronti di animali striscianti e animali alati, che numerosi avrebbero trovato albergo nelle sedi Ispra di via Brancati, via Pavese e via Curtatone.

Non è dato sapere da che cosa siano stati attratti né a quali armi chimiche l’Ispra abbia fatto ricorso per “sfrattare” i non graditi intrusi. Una cosa è certa: ai dipendenti è stato intimato di lasciare gli uffici in tempo utile.

In caso contrario avrebbero subito lo stesso trattamento di striscianti e alati?Chissà poi se tra questi ultimi sia stato avvistato il gatto alato che, secondo la mitologia, trainava il carro della dea Freya, che donava la sua benevolenza a chi amava gli animali.

empty alt

Bandiere blu, riconoscimento a “piscine costiere” ma non all’ecosistema marino

L’assegnazione delle Bandiere blu viene riportata, con la gioia dei sindaci che se ne vantano,...
empty alt

Eva Widdowson-Crane, protagonista della Giornata internazionale delle api

Nel mondo esistono oltre 20000 specie di api, molte delle quali a rischio di estinzione. Il 20...
empty alt

“Il caso Goldman” di Cédric Kahn, film politico-giudiziario tratto da una storia vera

Il caso Goldman di Cédric Kahn, con Arieh Worthalter (Pierre Goldman), Arturo Harari (Avvocato...
empty alt

Alle Europee caccia agli scoraggiati per vincere

Il gradimento elettorale dei partiti viene normalmente misurato in termini percentuali, un numero...
empty alt

Garante privacy: il datore di lavoro non può negare al dipendente l’accesso ai propri dati

Il lavoratore ha sempre diritto di accedere ai propri dati conservati dal datore di lavoro, a...
empty alt

Un faccia a faccia sbagliato, che non si farà. Ma il danno è stato fatto

Ho sempre pensato, fin dalla sua vittoria a sorpresa nelle primarie che l'hanno eletta...

Ti piace l'informazione del Foglietto?

Se ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenendoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto. Anche il costo di un caffè!

SOSTIENICI
Back To Top