Giornale on-line fondato nel 2004

Mercoledì, 17 Lug 2024

L’utilizzo da parte del lavoratore di permessi ex lege n. 104/1992 per finalità diverse dall'assistenza al familiare disabile, può costituire giusta causa di licenziamento per violazione della finalità per la quale il beneficio viene riconosciuto.

E’ quanto emerge dall’ordinanza della Corte di cassazione – sezione Lavoro – n.6468/2024, pubblicata il 12 marzo scorso, con la quale ha rigettato il ricorso proposto da una lavoratrice dipendente avverso la sentenza della Corte di appello di L’Aquila n. 343/2020, che aveva ritenuto legittimo il provvedimento di licenziamento adottato nei confronti della medesima “per assenza ingiustificata a seguito di anomali allontanamenti dal posto di lavoro, soprattutto in connessione con la fruizione di permessi ex lege n.104/1992 in favore di genitori infermi…”, durante i quali, a seguito di controlli effettuati da agenti investigativi incaricati dal datore di lavoro, era risultato che la “lavoratrice, nelle ore imputate a permessi per l’assistenza a genitori disabili […] non l’ha affatto prestata in modo rilevante e significativo, essendosi dedicata ad altre attività”.

Per i giudici della Corte territoriale, pur non volendo “imporre la perfetta e assoluta coincidenza delle ore di permesso con l’assistenza effettiva prestata al disabile, ciò non potrebbe giustificare la carenza di assistenza, in favore del disabile, per una buona parte delle ore di permesso concesse a tale scopo”.

La Suprema Corte, nel confermare la decisione della Corte d’appello, ha ritenuto la stessa conforme alla ormai consolidata giurisprudenza della Cassazione in materia di condotte abusive da parte di lavoratori che usufruiscano di permessi per assentarsi dal posto di lavoro, al fine di prestare assistenza a familiari portatori di handicap.

In conclusione, ricorso respinto, licenziamento confermato, con condanna della ricorrente al pagamento delle spese di giudizio e al versamento di un ulteriore importo a titolo di contributo unificato.

Rocco Tritto
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

empty alt

Presidenza Cdc: “Legge Nordio lede i principi dello Stato di diritto”

Continuano le prese di posizione contro il disegno di legge proposto dal Guardasigilli, Carlo...
empty alt

Gonnella (Antigone): “Il ddl sicurezza stravolge il sistema penitenziario”

“Nei prossimi giorni potrebbe arrivare in aula, alla Camera dei Deputati, il ddl sicurezza, una...
empty alt

Stagione Lirica di Padova al via con la Nona Sinfonia di Beethoven

«Abbracciatevi, moltitudini! Questo bacio vada al mondo intero!». Un messaggio universale di...
empty alt

“Madame Luna”, film svedese che mostra ciò che la civile Italia finge di non conoscere

Madame Luna, regia di Daniel Espinosa, con con Meninet Abraha (Madame Luna), Hilyam...
empty alt

Creatività scientifica femminile. “I geni che saltano” di Barbara McClintock

Fino alla fine degli anni Quaranta, si pensava che il genoma, il patrimonio genetico di un...
empty alt

Atella, suggestivo borgo lucano alle falde del Monte Vulture

Mia sorella, dico a Domenico Saraceno mentre visitiamo Atella, paese lucano di 3500 abitanti ad...

Ti piace l'informazione del Foglietto?

Se ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenendoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto. Anche il costo di un caffè!

SOSTIENICI
Back To Top